Home
Società/Iscrizioni
Atleti
Trofeo sociale
Fotoalbum
Percorsi Siti amici
Ferro di Cavallo
AVVISO
Si comunica che, in considerazione della nota situazione di emergenza sanitaria, tenuto anche conto del DPCM 9 marzo 2020 e delle previsioni in esso stabilite riguardanti l'intero territorio nazionale, lo svolgimento dell'Assemblea Ordinaria dei soci della Podistica Casalotti,
già fissato per il giorno 22 marzo 2020, è rinviato a data da destinarsi.
 


TROFEO SOCIALE 2019-20
Le gare del calendario sociale sono sospese fino al termine dell'emergenza per Coronavirus.

Finalmente il 25° Giro del Ferro di Cavallo (io l'ho sognato così!)

di Carlo Ascoli

    È domenica mattina, la sveglia suona, apro gli occhi, vado in bagno, prendo il caffè e mi preparo. Oggi non c'è Davide e gli altri ad aspettarmi con la macchina, la corsa che devo fare è vicino casa mia, è il 7 giugno 2020, il giorno del Giro del Ferro di Cavallo, la corsa della nostra società.
Negli ultimi anni Savino ha spostato la partenza/arrivo a due passi da casa mia e ciò mi permette di uscire, fare appena due passi e trovarmi già nel cuore della manifestazione.
Sono pronto ad uscire, Tatiana ancora no, ma si sbriga subito, salutiamo mia mamma e ci incamminiamo verso il punto ritrovo. Ancora non siamo lì che già notiamo i primi podisti arrivare, comincio a salutare quelli che conosco e mi avvio verso il centro anziani che ospita da qualche anno il nostro evento, come tutti gli anni sono presenti i tanti volontari riconoscibili dalle magliette.

Vado nel punto iscrizioni e come sempre la fila che devo fare è solo per noi della squadra, c'è il nostro compagno che oggi non correrà a darmi il pettorale, lui oggi ha deciso di donare il suo tempo solo per aiutare. Savino nelle settimane precedenti ha già chiesto ad ognuno di noi chi correrà o chi aiuterà. Faccio un rapido saluto e un sorriso a Mara che sta consegnando il pettorale a Tatiana, come ogni anno gestisce le iscrizioni degli altri atleti, sommersa dal lavoro, ma allo stesso modo contenta perché vuol dire che i podisti al nostro volantino hanno risposto presente.
Ci mettiamo il pettorale, riponiamo i miei vestiti nello zaino per il cambio e lo consegniamo al deposito borse.
Ora possiamo andare a scaldarci, o forse avrei dovuto dire raffreddarci, perché solo chi ha fatto questa gara conosce le temperature presenti, credo siano paragonabili ai pomodorini di 18000°C che il personaggio di Villaggio mangiava con tanta disinvoltura.
Viene il momento della foto di squadra, la marea giallonera che vedo è immensa, ci sono veramente tutti e sono presenti persone che non vedevo da tempo.
Ci sono Rocco, Alfredo e Domenico, c'è Antonio dalla Puglia, Mimmo dalla Sicilia, Paolo da Londra, Gianluca e Margarita, Francesco che è venuto alla gara con tutta la sua famiglia (sua figlia mi offrì una cioccolata calda a Rocca di Papa anni fa, mamma mia com'è diventata grande!). Elvira è partita prestissimo da Morlupo, Alfredo ha preferito noi a Fregene, Giovanni è venuto con la moglie che lo accompagna e lo aspetta all'arrivo sempre ad ogni gara, Stefania con Leandro, Matteo è con suo papà e finalmente posso dirgli: “hai visto che bravo tuo figlio che ha fatto lo scorso anno il Passatore anche lui come te, dopo tanti anni”. Con Luciano e Nino poi,
ci ricordiamo quei km fatti insieme al lago di Vico, prima della gara, quando stavano facendo il lungo per la maratona. Inoltre ci sono Nicola con Orietta, Dario con suo padre Mauro, Biondo con Paola, Marco (che ha lasciato alla moglie la solita fotocamera che ha immortalato tanti bei momenti), Giorgio, Andrea, Luca, Emiliano, i fisioterapisti Dario e Paolo, Alessandro e Francesca, Raffaele (l'allenatore di tanti gialloneri), Claudio e Tiziana, il gruppo Selva Candida al gran completo e il trio Lory-Ros-Lucio. Sono presenti anche Laercio, Alessio, Adina, Roberto, Gianfranco e Alberto, Sofia, Luigi, Alessandro, Fabio e Simona, Chiara e Marco (intenti a parlare con l'altro Marco), Francesca, Donato, Luciano, Davide, Maurizio, Rosa, Giancarlo e Stefano, Raffaele e Fabio, Giulio, Fabrizio, Massimo, Yuri, Giancarlo e Fabio, Andrea e Vincenzino, la famiglia Cappelli al gran completo (Stefano, Laura, Martina e Giulia), Carmela, Sonia e Simona (con i loro sorrisi e linguacce), Maurizio e Matteo, Laura, Gianni e Solitana, che scatta la foto dall'altro lato. In quel momento Massimo chiede a Cristina se veniamo tutti nella foto e Antonio pone lo stesso quesito alla moglie, (giusti timori vista la nostra moltitudine), mentre Milena assicura che è tutto ok.
Si scattano le foto, si rompono le righe e torniamo a scaldarci o a raffreddarci, ma ormai manca poco tempo e bisogna schierarsi alla
partenza.
L'unica cosa che riesco a fare prima dello sparo è una veloce battuta con Matteo, gli chiedo come sta e mentre lui mi risponde al Top, mi rendo conto di aver fatto una domanda banale, sorrido e ci facciamo un selfie con il suo telefonino. (continua  qui)