Home
Società/Iscrizioni
Atleti
Trofeo sociale
Fotoalbum
Percorsi Siti amici
Ferro di Cavallo
    Buone feste a tutti gli "atleti" della Podistica Casalotti e ai loro familiari.
    Purtroppo quest'anno non potremo correre insieme e scambiarci gli auguri la mattina di Natale come da tradizione ormai ultradecennale ma speriamo di poter correre insieme quanto prima nel corso del 2021.
    A presto sulla strada.



A partire dal 20/12/2020 sarà possibile iscriversi o rinnovare il proprio tesseramento all'ASD Podistica Casalotti per l'anno 2021 (1°gennaio-31 dicembre) le condizioni e i costi rimangono gli stessi dello scorso anno sociale. Per tutti i dettagli e i moduli potete andare alla pagina dedicata.
Per ulteriori chiarimenti potete
scrivere a podisticacasalotti@gmail.com o chiamare il 3461048255.


Finalmente il 25° Giro del Ferro di Cavallo (io l'ho sognato così!)

di Carlo Ascoli

    È domenica mattina, la sveglia suona, apro gli occhi, vado in bagno, prendo il caffè e mi preparo. Oggi non c'è Davide e gli altri ad aspettarmi con la macchina, la corsa che devo fare è vicino casa mia, è il 7 giugno 2020, il giorno del Giro del Ferro di Cavallo, la corsa della nostra società.
Negli ultimi anni Savino ha spostato la partenza/arrivo a due passi da casa mia e ciò mi permette di uscire, fare appena due passi e trovarmi già nel cuore della manifestazione.
Sono pronto ad uscire, Tatiana ancora no, ma si sbriga subito, salutiamo mia mamma e ci incamminiamo verso il punto ritrovo. Ancora non siamo lì che già notiamo i primi podisti arrivare, comincio a salutare quelli che conosco e mi avvio verso il centro anziani che ospita da qualche anno il nostro evento, come tutti gli anni sono presenti i tanti volontari riconoscibili dalle magliette.

Vado nel punto iscrizioni e come sempre la fila che devo fare è solo per noi della squadra, c'è il nostro compagno che oggi non correrà a darmi il pettorale, lui oggi ha deciso di donare il suo tempo solo per aiutare. Savino nelle settimane precedenti ha già chiesto ad ognuno di noi chi correrà o chi aiuterà. Faccio un rapido saluto e un sorriso a Mara che sta consegnando il pettorale a Tatiana, come ogni anno gestisce le iscrizioni degli altri atleti, sommersa dal lavoro, ma allo stesso modo contenta perché vuol dire che i podisti al nostro volantino hanno risposto presente.
Ci mettiamo il pettorale, riponiamo i miei vestiti nello zaino per il cambio e lo consegniamo al deposito borse.
Ora possiamo andare a scaldarci, o forse avrei dovuto dire raffreddarci, perché solo chi ha fatto questa gara conosce le temperature presenti, credo siano paragonabili ai pomodorini di 18000°C che il personaggio di Villaggio mangiava con tanta disinvoltura.
Viene il momento della foto di squadra, la marea giallonera che vedo è immensa, ci sono veramente tutti e sono presenti persone che non vedevo da tempo.

Ci sono Rocco, Alfredo e Domenico, c'è Antonio dalla Puglia, Mimmo dalla Sicilia, Paolo da Londra, Gianluca e Margarita, Francesco che è venuto alla gara con tutta la sua famiglia (sua figlia mi offrì una cioccolata calda a Rocca di Papa anni fa, mamma mia com'è diventata grande!). Elvira è partita prestissimo da Morlupo, Alfredo ha preferito noi a Fregene, Giovanni è venuto con la moglie che lo accompagna e lo aspetta all'arrivo sempre ad ogni gara, Stefania con Leandro, Matteo è con suo papà e finalmente posso dirgli: “hai visto che bravo tuo figlio che ha fatto lo scorso anno il Passatore anche lui come te, dopo tanti anni”.    (continua  qui)